Ripresa allenamenti al Rava

Si avvisano i genitori ed i ragazi che gli allenamenti riprendono mercoledì 14 settembre, ore 18-19,30.
Il mercoledì, nell'orario indicato, sarà giorno di allenamento per tutto l'a.s. 2016/2017

Rugby mixed ability internazionale a Torino!





Il Chivasso Rugby Onlus e IMAS - International Mixed Ability Sports sono lieti di poter presentare la prima “Coppa Progetti”, un evento unico nella promozione del rugby inclusivo in Italia e per il lancio dei prossimi Mondiali di Rugby Mixed Ability del 2017.

Sabato sera 4 giugno, in occasione della IX edizione del Torneo Internazionale della Torre di Settimo Torinese (1.000 ragazzi dalla U6 alla U14), si terrà una partita amichevole dimostrativa tra il Settimo Cron Rugby, squadra che ha rappresentato l’Italia al primo Mixed Ability Rugby World Tournament tenutosi nel 2015 a Bradford (UK), e una selezione internazionale mixed ability ad inviti, gli Arlequins XV M.A., composta da giocatori con e senza disabilità provenienti da Inghilterra, Galles, Francia e Spagna.

L’evento consentirà di presentare alla stampa italiana la città ospite dei Mondiali 2017 e di proporre la candidatura di Torino come sede dei mondiali di rugby mixed ability IMART 2019, coniugando l’innovazione rappresentata dal modello dello sport mixed ability con la tradizione di una città che spicca per attenzione e servizi rivolti alle persone diversamente abili.

Siamo certi che tale visione è sostenibile e che porti a un arricchimento in termini di politiche sociali sul territorio e di diffusione di buone pratiche a livello della società civile, nonché al più vasto coinvolgimento nel rugby di persone tradizionalmente escluse da questo sport.

Che cosa è il modello mixed ability?

Il modello mixed ability incoraggia l’inclusione sociale attraverso la creazione e la diffusione di squadre nelle quali sono coinvolti giocatori con ogni tipo di abilità insieme a compagni, volontari e allenatori che fungono da facilitatori. Il modello si differenzia da quello paralimpico partendo dall’assunto base per cui chiunque, in qualche fase della propria esistenza, può esperire una forma di disabilità.
Gli sport mixed ability non sono sport adattati, né sport speciali. Sono sport per tutti. La filosofia di base trae ispirazione da un modello sociale di disabilità che rifiuta la classificazione in diversi gradi, categorie e tipologie che separano le attività dei disabili dai cosiddetti  normodotati.

Noi crediamo che ciò porti a focalizzare l’attenzione su ciò che le persone non possono fare. L’enfasi che lo Sport Mixed Ability mette nelle proprie prassi è posta invece sull’inclusione di tutti i giocatori! La facilitazione supporta tutti, include tutti e diffonde buone pratiche sia dentro che fuori dal campo.

Per questo motivo il rugby mixed ability è rugby a XV, a contatto pieno, senza sistemi identificativi o classificazioni di abilità, giocato con le stesse regole per il Gioco stabilite da World Rugby, ed è un movimento in forte espansione.


Come il progetto si è avviato

IMAS – International Mixed Ability Sports è un impresa sociale creata per consentire ed espandere in Europa le buone prassi sperimentate assieme in Inghilterra e in Italia sin dal 2010, con la fondazione delle squadre di rugby inclusivo nei Club di Bradford, nel West Yorkshire, e di Chivasso, in Provincia di Torino.

Nel 2014 IMAS ha organizzato la prima conferenza europea di rugby mixed ability a Bingley, nello Yorkshire, mettendo insieme le esperienze provenienti da Inghilterra, Italia, Galles, Scozia, Francia e Irlanda. A questo evento ha fatto seguito, nel 2015, l’organizzazione del primo Mixed Ability Rugby World Tournament di sempre, con 400 giocatori con ogni abilità provenienti da 10 paesi. Il Torneo ha ricevuto il supporto del Ministero dello Sport britannico, della RFU e dei Barbarians.

IMAS ad oggi è responsabile dell sviluppo del rugby mixed ability per conto della RFU e collabora con la Federazione di Rugby Spagnola, la English Federation of Disability Sport, Il Coordown, Mencap Sport e numerosi altri club, enti ed associazioni sportive ed educative, promuovendo l’inclusione sociale tramite l’educazione permanente e lo sport.

Come aiutarci?

La nostra visione è quella di garantire ad ogni squadra mixed ability una regolarità di partite amichevoli sul territorio e di Tour, finalizzate alla partecipazione ai Mondiali che servono a diffondere il modello sportivo ed educativo dello sport mixed ability nei differenti paesi europei. Questo sarà possibile attirando l’interesse del mondo rugbistico nazionale ed internazionale, così come aumentando l’attenzione e la consapevolezza del pubblico in merito alle opportunità e alle potenzialità che interessano le persone disabili.

Per fare questo offriremo ospitalità gratuita alle delegazioni straniere: in questa occasione abbiamo rinsaldato la partnership con la Progetti s.r.l., produttore italiano del defibrillatore., che ha donato il suo nome al trofeo messo in palio per la manifestazione. Grazie al suo determinante aiuto, potremo sostenere i costi vivi e promuovere il progetto verso un sogno ulteriore: quello di ospitare nel nostro territorio il Mondiale Mixed Ability IMART 2019!

Anche voi potete sostenerci, venendo a supportare le squadre al campo del VII Rugby Torino Sabato 4 Giugno, partecipando al terzo tempo o diffondendo la notizia via facebook, twitter o nei vostri blog! Perché il rugby è prima di tutto sostegno!

Grazie mille!

Dott. Enrico Colzani – Presidente del Chivasso Rugby Onlus

Responsabile IMAS Italia



PROGRAMMA DEL FINE SETTIMANA

Venerdì 3 giugno
Arrivo della delegazione internazionale in Italia.

Trasporti a Settimo, alloggiamento in Hotel e cena.

Sabato 4 giugno
Mattina: allenamento congiunto a Chivasso, campo P. Rava.
Saluti delle Autorità e presentazione alla stampa.

Pomeriggio: visita a Torino.
Eventuali saluti delle Autorità.

Sera: prima partita internazionale Coppa “Progetti sul campo del VII° Rugby Torino. Ospiti giocatori della Nazionale Italiana di Rugby e Guest stars.

Terzo tempo a buffet presso la struttura del VII° Torino Rugby.

Consegna della Coppa

Domenica 5 giugno
Partenza della delegazione internazionale



Un magnifico ambasciatore
Il campione Livio Berruti con il presidente Colzani
 
Livio Berruti, medaglia d'oro olimpica e campione di fair play, è qui a darci il suo sostegno: "Lo sport, e lo sport inclusivo, è una palestra di vita per tutti. Non quando lo sport è piegato alle logiche della violenza, della sopraffazione e della falsa partecipazione - che gli sono estranee, ma quando è correttamente vissuto".